Come abbiamo realizzato i Beatles con i mattoncini LEGO® | Negozio ufficiale LEGO

Come abbiamo creato i Beatles con i mattoncini LEGO®

Di cosa c’è bisogno per progettare l’arte murale dei Beatles della LEGO® Art?

All You Need Is Love.

Bene... di questo e di due dei nostri migliori designer: Kitt Kossmann e Christopher Stamp. Abbiamo chiacchierato con loro come parte della nostra serie Brick Expander per saperne di più sul processo di sviluppo di questo modello (e per introdurre alcuni penosi giochi di parole sui Beatles nelle nostre domande: quanti ne riuscite a individuare?).

Aggiungi alla lista dei desideri

The Beatles

Average rating5out of 5 stars
Price119,99 €
Terminato

Hello! Hello, hello. Era qualcosa di un po’ di più che un nuovo prodotto, vero?

Kitt: La LEGO Art era un franchise completamente nuovo: era la prima volta che usavamo piastrelline rotonde e non mattoncini per creare un’immagine pixellata, quindi non c’era una formula per svilupparla.

Chris: Ho già lavorato su nuovi temi di gioco, ma c’è sempre la stessa formula. Tuttavia, il pezzo finale dell’esecuzione qui era così diverso. Stavamo ufficialmente progettando un prodotto che diventasse un pezzo da esposizione. I precedenti pezzi da esposizione che abbiamo progettato sono stati un ibrido con cui poter anche giocare.

Quasi una Rivoluzione! Quali sono state le sfide nel creare un nuovo franchise?

Kitt: Ci siamo resi conto che non potevamo svilupparlo fisicamente, quindi abbiamo dovuto usare un approccio grafico, il che significava che dovevamo imparare alcuni strumenti diversi. All’inizio ho usato principalmente modelli fisici, quindi questa è stata una curva di apprendimento ripida.

Chris: Con un processo di progettazione LEGO standard, utilizziamo sempre i mattoncini fisici. Abbiamo iniziato a provarci... ma era così dispendioso in termini di tempo. Ti accorgeresti che c’è qualcosa che non va nello zigomo, ma quando l’hai ricostruito hai perso due giorni. Ma digitalmente, ogni volta che sposti un pixel sai immediatamente se è giusto.

Sei rimasto sorpreso da quanto sia stato difficile? O hai sempre pensato: “Ce la possiamo fare”?

Chris: Penso che ci fosse un po’ di ingenuità da parte nostra. Un senso di “Oh, non sarà poi così difficile. Basta fare le foto tramite un programma per computer!” Ad essere sincero, ho pensato la stessa cosa all’inizio. Mi ha scioccato quanto fosse intenso e impegnativo.

Kitt: È stato particolarmente intenso perché l’abbiamo creato in pochissimo tempo – circa 3 mesi.

Volevo chiederti se hai avuto A Little Help From Your Friends negli altri progetti LEGO Art simultanei... ma eri tu!

Chris: Sì, nel nostro team di progettazione c’eravamo letteralmente solo io e Kitt!

Kitt: E la cosa divertente era che, poiché sono così diversi, non potevamo riutilizzare gli stessi approcci. La Marilyn Monroe di Andy Warhol era grafica, i Beatles erano molto più artistici, con Iron Man abbiamo lavorato con le superfici per creare armature realistiche e con Darth Vader™ abbiamo lavorato con la luce per far risaltare la figura. Di solito gli artisti hanno un certo stile che replicano, ma qui abbiamo dovuto realizzare 4 prodotti unici. Sono contento che dipingo nel tempo libero, perché non avrei saputo da dove cominciare se non avessi avuto quell’esperienza artistica come hobby!

Sebbene sia un nuovo tema, siete tornati a qualche vecchia tecnica di progettazione?

Chris: Ci siamo ricordati dei principi base della LEGO quando abbiamo fatto la formazione. Sì, il pezzo da esposizione finale è molto importante. Ma lo è anche l’esperienza di costruzione. E sapevamo che, rispetto a un modello LEGO Technic, l’esperienza di costruzione poteva essere più ripetitiva. Quindi abbiamo davvero cercato di renderla stimolante e interessante, piuttosto che convincere le persone a disporre 50 pezzi neri in fila. Ci siamo concentrati su cose come sfondo, luce nei capelli, caccia a tutte le silhouette.

Di tutte le foto dei Beatles da Across the Universe, perché questa del White Album?

Chris: Abbiamo iniziato guardando la copertina dell’album e tutte le foto scattate negli anni. Abbiamo pensato a cosa immagina la persona media quando immagina i Beatles, dato che hanno cambiato drasticamente il loro look così spesso. Ma poi abbiamo dovuto buttare quei dialoghi fuori dalla finestra. Perché la domanda è diventata: “quali sono le migliori immagini che possiamo replicare, ma che siano anche identificabili?”

Kitt: All’inizio, i Beatles erano volutamente abbastanza impostati. Stessi vestiti, stessi capelli. Ma con le foto del White Album, le loro personalità brillarono davvero. Si possono vedere adulti lì. Quattro individui. Sono davvero dei bei ritratti onesti.

Chris: Ma con quell’onestà e quella nuance, se si fosse perso un pixel, all’improvviso, allora avrebbe avuto gli occhi tristi o un mento sbagliato, e non sarebbe stato come lui. E questo confonde molto, quando pensi alla quantità di tempo che passi a spostare un punto a sinistra o a destra...

Kitt: …o fissando gli occhiali di John...

Chris: …Non ho mai fissato così tanto il viso di un altro uomo!

Aggiungi alla lista dei desideri

The Beatles

Average rating5out of 5 stars
Price119,99 €
Terminato

Una grande parte della filosofia LEGO è questo concetto di “sbagliare per imparare”. Vi siete mai Riuniti per imparare da qualche errore?

Chris: Principalmente con il colore. Non volevamo farlo in bianco e nero, perché era già stato fatto. Volevamo aggiungere il nostro tocco personale con un filtro colore. Stavamo provando con i verdi e i gialli, ma a un certo punto abbiamo ricevuto un feedback dall’azienda dei Beatles [Apple Corps], dicendo che sembravano sott’acqua!

Kitt: Ricordo grandi fogli di carta dove abbiamo provato tutti i tipi di combinazioni di colori, viola, rosa, tutto. Ma penso che l’arancione da un lato e il blu dall’altro... questo abbinamento scaldasse i loro volti e gli fornisse molta profondità. L’immagine originale di John, in realtà è in ombra su un lato. Quindi, abbiamo dovuto “inventare” quel lato della faccia per ottenere la stessa formula.

E alla fine... Quale dei Beatles è il tuo preferito?

Kitt: Ah, c’è qualcosa in Paul, vero? Se fossi stato giovane allora e fossi stato a un concerto, probabilmente starei fissando Paul!

Volete ascoltare la nostra colonna sonora per costruire The Beatles LEGO Wall Art? Scaricatela gratuitamente qui...

Celebrate cinque ragazzi straordinari che ricostruiscono la vita con il nuovo set LEGO® Queer Eye - Il loft dei Fab 5

Il nuovo set LEGO® Queer Eye - Il loft dei Fab 5 è oltremodo favoloso e ricco di ammiccamenti e cenni ad alcuni dei migliori momenti dello show

State cercando qualcosa di più?

Date un’occhiata alla homepage di Adults Welcome per vedere la nostra collezione di set e articoli per adulti!