21019 Torre Eiffel

Dati

  • Ubicazione: Parigi, Francia
  • Architetto: Imprenditore: Gustave Eiffel; Ingegneri: Maurice Koechlin ed Emile Nouguier; Architetto: Stephen Sauvestre
  • Costo: 7.799.401 franchi d'oro francesi
  • Materiali: Ferro battuto con piedistalli in pietra
  • Altezza: Altezza iniziale: 312 m Altezza attuale (comprese le antenne): 324 m
  • Peso: 7.300 tonnellate
  • Anno: 1887-1889

Storia

Nel 1889, Parigi ospitò una Fiera mondiale per celebrare il 100° anniversario della Rivoluzione francese. Tre anni prima, una gara ufficiale era stata indetta per la realizzazione di una struttura iconica per la mostra. Il piano di Gustave Eiffel per una torre di ferro di 300 m di altezza fu selezionato tra i 107 diversi progetti presentati.

Due ingegneri capo della società Eiffel, Maurice Koechlin ed Emile Nouguier, stavano già lavorando all'idea di una torre di ferro dal 1884. Il loro design era basato su un grande pilone con quattro strutture portanti “a traliccio” separate alla base e che si congiungevano alla sommità. Le quattro colonne sarebbero state fissate insieme tramite travi metalliche a intervalli regolari. 

Al fine di rendere il progetto più accettabile per l'opinione pubblica, Nouguier e Koechlin si rivolsero al responsabile del dipartimento di architettura della società, Stephen Sauvestre, chiedendogli di lavorare all'aspetto complessivo della torre. Sauvestre propose di utilizzare piedistalli in pietra per rivestire le “gambe”, aggiungendo archi decorativi per collegare le colonne al primo livello. Suggerì inoltre un design a forma di bulbo per la sezione terminale e altre decorazioni ornamentali, ma questi elementi furono messi da parte per creare l'aspetto semplificato che conosciamo oggi.

Mentre Gustave Eiffel credeva che la struttura avrebbe simboleggiato “non solo l'arte dell'ingegneria moderna, ma anche il secolo dell'industria e della scienza in cui viviamo”, la torre si attirò presto numerose critiche. Molte delle più importanti figure del mondo dell'arte del paese si schierarono contro la torre chiamando la struttura “inutile” e “mostruosa“, una ”odiosa colonna di lamiera imbullonata“.”

Molti degli oppositori cambiarono idea al termine della sua costruzione e oggi la torre è ampiamente considerata una sorprendente opera d'arte strutturale.

Quando la parte principale del progetto fu completata nel marzo 1889, Eiffel portò un gruppo di funzionari del governo e alcuni rappresentanti della stampa in cima alla struttura più alta del mondo. Dal momento che gli ascensori non erano ancora in funzione, il gruppo raggiunse la cima a piedi, impiegando oltre un'ora. Qui Eiffel issò un grande tricolore, a cui fecero seguito 25 salve di saluto.

Architect

Nato il 15 dicembre 1832, a Digione, Gustave Eiffel era un ingegnere e costruttore eccezionalmente dotato. Si laureò presso l'École Centrale des Arts et Manifatture nel 1855, lo stesso anno in cui Parigi ospitò la prima Fiera mondiale. Trascorse diversi anni nel sud-ovest della Francia, dove supervisionò la costruzione del grande ponte ferroviario di Bordeaux. Nel 1864, intraprese l'attività di vero e proprio “constructeur”, specializzato in carpenteria metallica. Eiffel avrebbe in seguito costruito centinaia di tipi diversi di strutture metalliche in tutto il mondo. I ponti, e in particolare i ponti ferroviari, erano il suo settore preferito, ma era anche conosciuto per la sua attività di carpenteria metallica e installazioni industriali. La sua carriera è stata caratterizzata da un gran numero di strutture ed edifici di pregio, tra cui gli edifici gemelli del viadotto di Oporto e il viadotto Garabit nella regione del Cantal nella Francia.

Altrettanto eccezionali sono le strutture per le quali la società di Eiffel ebbe mano libera, come ad esempio i ponti ’portatili“ venduti in tutto il mondo sotto forma di ”kit“, e l'ingegnosa struttura della Statua della Libertà a New York. La sua carriera imprenditoriale culminò nel 1889 con il completamento della Torre Eiffel. Due anni prima, nel 1887, Eiffel aveva accettato di costruire le chiuse del Canale di Panama. Un'impresa tecnicamente complessa, il progetto fu mal gestito e divenne uno dei più grandi scandali finanziari del secolo.

Dopo essere finalmente riuscito a riscattare la propria reputazione, Eiffel lasciò la propria professione per dedicare gli ultimi trenta anni della sua vita alla ricerca scientifica. Morì il 27 dicembre 1923, all'età di 91 anni.

Visualizza i dettagli del prodotto