21018 Sede centrale delle Nazioni Unite

  • Prodotto non più in produzione

Dati

  • Ubicazione: New York City
  • Architetto: Team internazionale, guidato da Wallace K. Harrison e comprendente Le Corbusier e Oscar Niemeyer
  • Stile: Modernista, internazionale
  • Materiali: Alluminio, vetro e marmo del Vermont
  • Dimensioni: 39 piani fuori terra, funzione segretariale
  • Anno: Costruzione avviata nel 1947, pietra angolare deposta nel 1949

Storia

Ubicata sulla sponda orientale di Manhattan, sulle rive dell'East River di New York, la sede centrale delle Nazioni Unite è un famoso punto di riferimento architettonico modernista. In un ambizioso tentativo di ricreare lo spirito di cooperazione internazionale delle Nazioni Unite, l'edificio è stato realizzato grazie alla collaborazione di un gruppo multinazionale di architetti che comprendeva, tra gli altri, Oscar Niemeyer e Le Corbusier.

Poiché il sito scelto era relativamente piccolo, delimitato da un lato dall'East River Drive (in seguito Franklin D. Roosevelt East River Drive) e dall'altro dallo stesso East River, fu progettato un edificio alto diversi piani che potesse contenere tutti gli uffici. Il Palazzo di vetro, di 39 piani, sede del Segretariato e progettato da Niemeyer, fu molto controverso a suo tempo, ma da allora è diventato una vera icona grazie allo stile modernista del complesso.

I rivestimenti esterni del Palazzo di vetro, alto 167,6 m, sono esclusivamente in alluminio, vetro e marmo. A differenza delle costruzioni tradizionali del tempo, le vaste aree di vetro verde non sono interrotte da alcuna rientranza. Per contro, le facciate a nord e a sud, prive di finestre, furono rivestite con 1.814 tonnellate di marmo del Vermont.

In linea con il carattere internazionale delle Nazioni Unite, i materiali per la sede furono approvvigionati da numerosi paesi. La pietra calcarea per i rivestimenti degli edifici dell'Assemblea generale e del Centro Conferenze proviene dal Regno Unito, il marmo dall'Italia, i mobili e le scaffalature degli uffici dalla Francia, le sedie e i tessuti dalla Cecoslovacchia (ora Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca) e Grecia, e la moquette dall'Inghilterra, Francia e Scozia. I tavoli provengono inoltre dalla Svizzera, mentre i diversi tipi di legno per le per finiture degli interni provengono dal Belgio, dal Canada, da Cuba, dal Guatemala, dalle Filippine, dalla Norvegia e dallo Zaire (ora Repubblica Democratica del Congo).

Architect

Oscar Ribeiro de Almeida Niemeyer Soares Filho nacque a Rio de Janeiro il 15 dicembre 1907. Dopo essersi laureato in architettura presso la Scuola Nazionale di Belle Arti della città nel 1934, iniziò a lavorare, senza retribuzione, presso uno studio di architettura locale. Nel 1936, Niemeyer incontrò Le Corbusier, che divenne una grande influenza e suo insegnante.

Considerato come uno dei più grandi luminari del Modernismo, Niemeyer è famoso per il suo uso di forme astratte e curve. I suoi edifici sono caratterizzati da eleganza e armonia, spesso rese possibili dal suo lavoro pionieristico con il cemento armato.

“Non è l'angolo retto che mi attrae, e nemmeno la linea retta, dura, inflessibile, creata dall'uomo. Ciò che mi attrae è la curva libera e sensuale.” - Oscar Niemeyer