21010 Robie™ House

  • Prodotto non più in produzione

Dati

  • Architetto: Frank Lloyd Wright
  • Tipo di costruzione: Residenza 
  • Costo: $60.000
  • Dettagli: 841,9 m2  
  • Ubicazione: Chicago, Illinois, Stati Uniti
  • Materiali: Travi in acciaio e mattoni romani a punti neri 
  • Stile: Prairie
  • Anno: 1908 - 1910

Storia

È difficile, se non impossibile, discutere di architettura moderna americana o internazionale senza menzionare la Frederick C. Robie™ House.

Fu l'ubicazione del sito a ispirare il design di Frank Lloyd Wright. Misurante appena 18 x 55 m, l'appezzamento era situato in un angolo e la sua lunghezza superava di tre volte la sua larghezza. Queste dimensioni indussero Wright a progettare l'abitazione come due lunghi e stretti rettangoli. Visti dall'alto, i due rettangoli sono facili da individuare; tuttavia, dalla strada, le due forme si fondono assieme, formando un'unica struttura orizzontale e continua.

Robie House è stata una delle prime residenze a incorporare travi in acciaio direttamente nel suo design. Queste robuste travi nei soffitti e pavimenti furono necessarie per creare i balconi a sbalzo, che sembrano essere sospesi a mezz'aria. Poiché le travi in acciaio sono anche portanti e sostengono la maggior parte del peso della costruzione, le pareti esterne non hanno una funzione strutturale rilevante e questo a sua volta ha permesso a Wright di dotarle di un gran numero di porte e finestre.

La superficie complessiva dell'edificio è di 841,9 m2 . La porta d'ingresso e l'ingresso principale sono stati deliberatamente nascosti sul lato nord-ovest dell'edificio, sotto un balcone, per creare un senso di privacy.

Architect

Nel 1908, Frederick C. Robie, un giovane e ambizioso uomo d'affari di Chicago, decise di costruire una dimora “solida, funzionale e straordinariamente moderna” per la sua famiglia a Hyde Park, un elegante quartiere di Chicago e sede del campus della University of Chicago.

Robie desiderava un'abitazione piena di luce e con una splendida vista sull'ambiente circostante, ma che preservasse anche la privacy della sua famiglia. Odiava i piccoli ambienti e riteneva che spazi fluidi fossero essenziali in un'abitazione ben progettata. In Frank Lloyd Wright, trovò un architetto che non solo era d'accordo con queste idee, ma fu in grado di trasformarle in un'espressione fisica senza precedenti.

Probabilmente il più grande architetto americano ed uno dei più dotati al mondo, Frank Lloyd Wright era anche un uomo di energia illimitata. Nel corso di una carriera durata 74 anni, Wright progettò oltre 900 opere, tra cui abitazioni, uffici, chiese, scuole, biblioteche, ponti, musei, ecc.

Nessun altro architetto ha sfruttato meglio i vantaggi derivanti da una perfetta collocazione e ambientazione. E nessun altro architetto ha espresso meglio di lui il concetto di edificio come “rifugio”. ““Un edificio non è solo un posto in cui vivere. È un modo di vivere”, diceva. L'opera di Wright, e non da ultima la Robie House, hanno resistito alla prova del tempo.