21003 Space Needle di Seattle

  • Prodotto non più in produzione

Dati

  • Architetto: John Graham & Associates
  • Classificazione: Torre d'osservazione 
  • Tipo di costruzione: Struttura portante in acciaio 
  • Costo: $4,5 milioni (1962) 
  • Ascensori: 3
  • Ingombro planimetrico: 36,6 x 36,6 m 
  • Altezza: 158 m
  • Ubicazione: 400 Broad Street, Seattle, Washington, Stati Uniti 
  • Materiali: Acciaio, calcestruzzo e vetro 
  • Tipo di guglia: Parafulmine 184 m
  • Piani: 60 
  • Anno: 1961 - 1962

Storia

Ancora uno dei punti di riferimento del panorama di Seattle, lo Space Needle™ fu originariamente costruito come il simbolo della futuristica Expo del 1962.

L'ardita e avveniristica costruzione avrebbe dovuto superare diversi ostacoli prima del suo completamento. Finanziata tramite fondi privati, fu molto difficile trovare una sede appropriata, al punto che, quando il terreno ideale fu reperito, solo 13 mesi prima della scadenza del progetto per l'Expo del 1962, la sua costruzione era stata quasi abbandonata.

A causa dell'intenso programma di costruzione, le gambe e il disco di osservazione dello Space Needle furono prefabbricati in diverse sezioni e poi rapidamente eretti e fissati in posizione. Per compensare il carico sbilanciato verso l'alto, il centro di gravità dello Space Needle è stato abbassato fino al livello del suolo ancorando le tre gambe a una solida lastra di cemento armato sovradimensionata di 9 m di spessore, dello stesso peso della struttura esposta sopra di essa.

Il termine ultimo per l'Expo fu rispettato per un soffio: il secondo ascensore fu consegnato e installato solo un giorno prima della grande inaugurazione.

Architect

Nel 1959, l'artista Edward E. Carlson disegnò il progetto iniziale di quello che sarebbe diventato lo Space Needle™ di Seattle su un tovagliolo di carta in un bar. Ispirata a una torre di osservazione a Stoccarda, in Germania, la sezione superiore inizialmente aveva l'aspetto di un pallone aerostatico. Prima di acquisire il suo famoso aspetto da disco volante, il progetto venne modificato diverse volte con la collaborazione dello studio John Graham Associates.

I temi dell'Expo del 1962 erano inequivocabilmente il futurismo e l'ottimismo americano, e la fiera fu giustamente denominata Esposizione del 21° secolo.” Il Needle fu specificamente progettato per celebrare la “Corsa verso lo spazio”, o quella che oggi chiamiamo l'Età dello spazio.” In linea con il tema del 21° secolo, il rivestimento di finitura per le gambe di supporto fu ribattezzato "Bianco astronauta", "Verde orbitale" per il nucleo, "Rientro rosso" per l'anello esterno e "Oro galassia" per il disco raggiato e il tetto della pagoda.