About Us
Our mission: To inspire and develop the builders of tomorrow

Il LEGO Group punta a investire 1 miliardo di DKK nella ricerca di materie sostenibili

720_LEGO_bricksloose

Nell'ambito degli obiettivi di sostenibilità che si prefigge per il 2030, il LEGO Group istituisce il LEGO Sustainable Materials Centre e annuncia l'intenzione di assumere più di 100 dipendenti, investendo tali risorse nella ricerca e nell'uso di alternative più sostenibili alle materie prime correntemente utilizzate.

Il Gruppo LEGO annuncia oggi un importante investimento di 1 miliardo di DKK da dedicare alla ricerca, allo sviluppo e all'implementazione di nuove materie prime sostenibili, da utilizzare nella produzione degli elementi LEGO e degli imballaggi.

Jørgen Vig Knudstorp, CEO e Presidente del Gruppo LEGO, afferma:
“Si tratta di un notevole passo avanti per il Gruppo LEGO, destinato ad avvicinarci ai nostri obiettivi in fatto di materie sostenibili per il 2030. Siamo già attivamente impegnati nella limitazione delle emissioni di carbonio e in iniziative volte a ottenere un impatto positivo sul nostro ecosistema, come la riduzione delle dimensioni degli imballaggi grazie alla certificazione FSC e l'investimento in un parco eolico offshore. Ora il nostro impegno si estenderà anche alle materie prime”.

Il risultato di tale investimento prevede l'istituzione di LEGO Sustainable Materials Centre. Il centro sarà collocato presso il quartier generale del Gruppo LEGO, che si trova a Billund, in Danimarca, e ospiterà tutte le attività e i dipendenti impegnati nella ricerca di materie prime sostenibili. Inoltre, il Gruppo LEGO prevede di reclutare più di 100 specialisti nel campo delle materie prime negli anni a venire.

L'organizzazione LEGO Sustainable Materials Centre sarà istituita nel biennio 2015-2016 e includerà attività satellitari in diverse località globali. Il centro potrà inoltre avvalersi di diverse collaborazioni con stakeholder ed esperti esterni.

Il proprietario del Gruppo LEGO, Kjeld Kirk Kristiansen, commenta così l'annuncio:
“La nostra missione è ispirare e sviluppare i costruttori del domani. Riteniamo che il nostro contributo principale in questo senso avvenga attraverso le esperienze di gioco creativo che regaliamo ai bambini. L'annuncio di questo investimento è una testimonianza dell'impegno concreto volto a ottenere un impatto positivo sul nostro pianeta, che un giorno lasceremo in eredità alle generazioni future. Questa decisione è in linea con la missione del Gruppo LEGO, nonché con il motto di mio nonno, fondatore del LEGO Group, Ole Kirk Kristiansen: Only the best is good enough”.

Un significativo dispiegamento di risorse
La decisione di espandere la ricerca di materiali sostenibili è stata presa durante l'ultima riunione generale del Gruppo LEGO, a maggio 2015.

Il 2012 ha visto la nascita dell'impegno da parte del Gruppo LEGO di trovare e implementare, entro il 2030, delle alternative sostenibili alle attuali materie prime utilizzate nella realizzazione di prodotti LEGO®. Questa ambizione rientra negli obiettivi del Gruppo LEGO volti alla riduzione dell'impatto ambientale sul Pianeta che i nostri bambini erediteranno. Per esempio, nel 2014 sono stati prodotti più di 60 miliardi di elementi LEGO; trovare delle materie alternative per realizzare tali mattoncini ridurrebbe in modo significativo l'impatto del Gruppo LEGO sul pianeta.

“I test e le ricerche già effettuate ci hanno permesso di misurarci meglio con le sfide da affrontare per raggiungere questi obiettivi. La nostra risposta è il dispiegamento di un numero significativo di risorse aggiuntive per essere pronti a passare rapidamente alla fase successiva nella nostra ricerca di materie prime sostenibili. Sono entusiasta dell'impegno da parte dei membri del consiglio di amministrazione e della famiglia dei nostri proprietari, e che ci permetterà di sviluppare le attività volte a ottenere un impatto positivo durevole”, afferma Jørgen Vig Knudstorp.
 
L'introduzione di nuove materie prime da parte del Gruppo LEGO non deve in alcun modo compromettere la qualità o gli standard di sicurezza stabiliti dal Gruppo LEGO e che i genitori si aspettano di trovare nei nostri prodotti. Pertanto, le attività di ricerca ad ampio spettro del Gruppo LEGO proseguiranno, con ricorso consistente ai dati, per garantire che tutti gli aspetti di sicurezza e qualità siano tenuti in considerazione.

“Questo è fondamentale per noi, dato che ci consente di fornire ai bambini un'esperienza di gioco esclusiva che sia loro di ispirazione, e consenta loro di crescere e di costruire un domani migliore. Questo è il motivo di fondo di ogni iniziativa tesa a migliorarci”, afferma Jørgen Vig Knudstorp.

Collaborazione alla ricerca di alternative
Il Gruppo LEGO non potrà occuparsi della ricerca e dell'implementazione delle nuove materie prime da solo. Nel corso degli ultimi anni, abbiamo collaborato con società ed esperti in vista di questo fine, e ora questi rapporti si estenderanno verso partner con esperienza nel campo, sia esistenti che nuovi.
 
Un esempio è dato dalla partnership "Climate Savers" tra il Gruppo LEGO e il WWF, firmata nel 2013, che si pone come obiettivo lo sviluppo di una strategia in merito alle materie sostenibili. Nella primavera del 2015, abbiamo concordato una nuova collaborazione con il WWF finalizzata alla valutazione della sostenibilità generale e dell'impatto ambientale delle nuove materie biologiche per gli elementi LEGO e gli imballaggi.

“Non esiste una definizione comune di materia sostenibile. Diversi fattori influiscono sull'eco-sostenibilità di un materiale, dalla sua composizione al metodo utilizzato per estrarla, al raggiungimento della fine del ciclo di vita del prodotto. Quando cerchiamo nuovi materiali, dobbiamo considerare tutti questi fattori”, afferma Jørgen Vig Knudstorp, e aggiunge:

“Ciò che annunciamo oggi è un investimento a lungo termine, e l'impegno di garantire la ricerca e lo sviluppo di nuovi materiali che ci permettano di continuare a offrire esperienze di gioco creativo di alta qualità in futuro, senza compromettere l'ambiente e il futuro delle generazioni a venire. Si tratta di una sfida complessa ed emozionante”.


Informazioni

Informazioni sul LEGO Sustainable Materials Centre
• Il Gruppo LEGO investe 1 miliardo di DKK e fonda il LEGO Sustainable Materials Centre per individuare e implementare nuove alternative sostenibili alle materie prime attualmente utilizzate.
• A tal fine, si prevede l'assunzione di più di 100 dipendenti negli anni a venire, soprattutto nel quartier generale del Gruppo LEGO a Billund, in Danimarca.
• La strutturazione e l'organizzazione di LEGO Sustainable Materials Centre si svilupperà tra il 2015 e il 2016.
• Il Gruppo LEGO riferirà in maniera continua sui progressi e le tappe raggiunte rispetto all'obiettivo per il 2030.


Cosa sono le materie sostenibili?

Non esiste una definizione comune di materia sostenibile. Diversi fattori influiscono sulla sostenibilità di un materiale, determinata in larga misura dalla fonte di estrazione, dalla sua composizione chimica, dall'utilizzo sotto forma di prodotto e dalla gestione alla fine del ciclo di vita, nonché dall'impatto che può avere sulle sfere ambientali e sociali.
Il Gruppo LEGO ritiene che il nuovo materiale sostenibile debba avere un impatto ambientale ancora più leggero rispetto al materiale attuale, in sfere ambientali e sociali chiave come l'uso di risorse fossili, i diritti umani e il cambiamento climatico.


Per ulteriori informazioni:

Roar Trangbæk, Press Officer del LEGO Group
Tel.: +45 7950 4348
rrt@LEGO.com